2 Dicembre h20:00 Cena Natale Londra

2 Dicembre h20:00 Cena Natale Londra

Venerdì 2 Dicembre alle h20:00 la Sezione Estero UK organizza la ormai tradizionale cena di Natale interscuole.

Quest’anno, grazie all’interessamento del nuovo addetto Militare Col. Giovanni Gagliano, la cena si terrà nei locali del prestigioso Cavalry and Guards Club di Piccadilly, all’indirizzo:

The Cavalry and Guards Club
127 Piccadilly
London
W1J 7PX

Drinks: bicchiere di prosecco – vino bianco – vino rosso* – acqua
*Chianti “Rosso Maniero”, gentilmente offerto dal produttore Giovanni d’Orsi 74-78N (www.casaloste.com)

Menu carnivoro £65 (incl. drinks): 
Oriental salmon tartare with Coriander
Shellfish bisque
Fillet of beef with a Stilton & Caramelised Shallot sauce, dauphinoise potatoes
Chocolate & Hazelnut Mousse with Salted Caramel Sauce
Filter coffee, tea

Menu erbivoro £50 (incl. drinks): 
Celeriac Waldorf salad
Carrot & Coriander soup
Wild mushroom risotto served with a Rocket Leaf & Pine Nut salad
Chocolate & Hazelnut Mousse with Salted Caramel Sauce
Filter coffee, tea

Per ragioni di spazio, i posti sono limitati ad un massimo di 50 secondo l’ordine di prenotazione.  

Per favore versare la quota (£65 Menù Carne, £50 Menù Vegetariano) quam primum.

conto galaxia


38 prenotati sinora (la lista verrà aggiornata regolarmente):

[E*] Gagliano, Giovanni (Addetto Militare)
[C*] Mazzanti, Massimiliano (Console Generale a Londra)
[C*] Mazzanti, figlio
[C*] Albarosa, Gabriele 84-87N
[C]  Rullo, Antonio 91-94N
[C] Siciliano, Lorenzo 04-07T
[C] Sbraccia, Marianna (fidanzata Siciliano)
[C] Pelliccia, Alessandro 96-99N
[E] Lys, Mariia (moglie Pelliccia)
[C] Parrinello, Antonino 04-07T
[E] Kristina (fidanzata Parrinello)
[C] Flacco, Raffaele 93-96M
[C*] Romano, Mauro 91-94N
[C] Bruzziches, Lea
[C] Bruzziches Ada (figlie di Bruzziches, Mario 70-74N)
[C] Origlietti, Raffaele 05-08T
[C] Prizio, Marianna (moglie Origlietti)
[C] Martiniani, Stefano 06-08T
[E] Martiniani, Dil (moglie Martiniani)
[E] Mascia, Giuseppe 97-00N
[E] Shneur, Alexandra (fidanzata Mascia)
[C] Selvaggio, Vincenzo 98-01N
[C] Spadavecchia, Domenico 11-14T
[E]  Rana, Chanakya (amico Spadavecchia)
[C] Bausone, Stefano Maria 04-07M
[C] Capodici, Dario 04-07T
[C] Cestrone, Valerio 04-07N
[E] Di Scala, Maria Cristina (fidanzata Cestrone)
[E] Norante, Francesco 84-87N
[C] Belloni, Umberto 98-01T
[C*] d’Orsi, Giovanni 74-78N
[C*] d’Orsi, Maria Giovanna (figlia)
[C] Soavi, Giancarlo 03-06T
[C] Zaffarano, Gabriele 10-13T
[C] Chiarato, Riccardo 96-99N

Candidature aperte, sino al 23 giugno, per le elezioni del Consiglio!

candidato-politico-al-podio-15611564Caro Ex Allievo ed amico,

 

dopo due anni di gestazione, la Sezione Estero dell’Associazione Nazionale Ex Allievi Nunziatella è pronta ad eleggere il suo primo Consiglio. Data la sua peculiarità, la Segreteria dell’Associazione a Napoli si è gentilmente offerta di fare le veci della commissione elettorale per le elezioni del prossimo consiglio. Le elezioni si terranno – via email – entro i primi di Luglio, ulteriori istruzioni seguiranno.

Sino a oggi, 9 ex allievi hanno espresso il desiderio di candidarsi, di seguito i loro nominativi:

 

  1. Gabriele Albarosa, corso 84/87, residente a Londra, Regno Unito
  2. Riccardo Alfieri, corso 04/07, residente a Washington, Stati Uniti (candidato under 31)
  3. Ugo Celestino, corso 84/87, residente a Bruxelles, Belgio
  4. Francesco Norante, corso 84/87, residente a St. Nicholas at Wade, Regno Unito
  5. Alessandro Pelliccia, corso 96/99, residente a Londra, Regno Unito
  6. Sergio Piazzi, corso 73/76, residente a Ginevra, Svizzera
  7. Celestino Picillo, corso 87/90, residente a Swampscott, Stati Uniti
  8. Gianluca Trezza, corso 89/92, residente a Singapore
  9. Carlo Volpe, corso 94/97, residente a Mosonmagyarovar, Ungheria

 

Abbiamo già la bozza del regolamento della Sezione Estero che sarà approvata in via definitiva dall’Assemblea dei soci dopo le elezioni.

Infine, dato il numero esiguo, ma promettente, di Ex Allievi al momento regolarmente iscritti, si è pensato di utilizzare una formula ristretta per il primo Consiglio di Sezione Estero: 1 Presidente, 1 Vice Presidente, 1 Segretario e 4 Consiglieri (responsabili per aree geografiche).[1] Si ci candida come membro del Consiglio della Sezione Estero. Gli eletti, durante la prima seduta/skype call post-elezione, definiranno le rispettive cariche.

Al fine di procedere con le elezioni diamoci un termine per permettere a tutti gli Ex Allievi che si vogliano candidare di poterlo fare, quindi ti prego di comunicare al mio indirizzo personale conogiardullo [at] gmail.com la tua candidatura al Consiglio della Sezione estero entro il 23 giugno 2016. Procederemo poi a stilare la lista dei candidati e a diffonderla.

Ancora non sei sicuro di poter votare, o di esser eleggibile per una delle cariche? Allora fai un ultimo controllo: http://smnblog.org/smnestero/elezioni-sezione-estero-verifica-dati/

Oppure vuoi informarti sulle nostre prime iniziative, leggi qui:

————

[1] dal regolamento Sezione Estero :

Art. 6  – Il Consiglio di Sezione

[…] 2. E’ composto da 10 (dieci) membri eletti dai Soci, tra i quali almeno uno di età inferiore a 31 anni. Elegge al proprio interno il Presidente, il Segretario, il Tesoriere e i sette Referenti geografici. 3. Al Consiglio di Sezione compete la gestione ordinaria dell’attività. Si riunisce in via ordinaria almeno due volte l’anno.

Articolo 11 – Cariche Sociali

[…] Le cariche sociali hanno la durata di quattro anni e non sono cumulabili tra loro né con le cariche dell’Associazione Nazionale. Le cariche sono gratuite.

Raffaele Petrone (95/98) diventa Freeman of the City of London

IMG_0899

Giovedì 19 Maggio 2016, il nostro ex-Allievo Raffaele Petrone (95/98) ha ricevuto il “Freedom of the City of London” (paragonabile alla cittadinanza onoraria). La solenne cerimonia si è svolta alla presenza di parenti e amici presso la Chamberlain’s Court Room della Guildhall di Londra, una volta sede del municipio e oggi palazzo cerimoniale e amministrativo della City of London.

Il Freedom of the City of London, che rappresenta idealmente le chiave della Città, è uno dei più antichi riconoscimenti inglesi e nasce nel 1237 per concedere a meritevoli personaggi privilegi di carattere pratico, diritti e immunità. La preziosa pergamena, conservata in uno scrigno, veniva esibita dal portatore per riscuotere i benefici che essa garantiva. Oggi quest’onorificenza ha un valore simbolico e chi ne viene insignito lega il suo nome a quello della città di Londra e s’impegna a mantenere rapporti costruttivi e forieri di sviluppo.

IMG_0941

Tra coloro che l’hanno ricevuta spiccano nomi di personaggi storici come Winston Churchill e il Duca di Wellington, o quelli della società contemporanea internazionale come Nelson Mandela, Margaret Thatcher, Bill Gates, Lee Kuan Yew; tra le fila dei “Freemen italiani” ritroviamo Giuseppe Garibaldi e Luciano Pavarotti.

                 IMG_0938               IMG_1868

La singolare combinazione tra la moderna cornice cittadina e l’antica tradizione del cerimoniale diretto dal beadle in abito storico, ha creato un’atmosfera emozionante, culminante nel momento in cui il Ciambellano ha invitato Raffaele a leggere forte a chiaro la “Dichiarazione del Freeman” della Città di Londra:

IMG_1830

I Raffaele Petrone do solemnly declare that I will be good and true to Her Majesty Queen Elizabeth the Second; that I will be obedient to the Mayor of this City; that I will maintain the Franchises and Customs thereof, and will keep this City harmless, in that which in me is; that I will also keep the Queen’s Peace in my own person; that I will know no Gatherings nor Conspiracies made against the Queen’s Peace, but I will warn the Mayor thereof, or hinder it to my power; and that all these points and articles I will well and truly keep, according to the Laws and Customs of this City, to my power.”

Dopo aver apposto la firma nel registro dei Freeman, il Ciambellano gli ha teso la mano destra come segno di associazione e lo ha dichiarato cittadino di Londra, consegnandogli la preziosa pergamena e un codice di condotta – “Rules for the Conduct of Life”.
IMG_0928

Raffaele rappresenta uno dei numerosi esempi che dimostrano che la Scuola Militare Nunziatella ancora oggi, in tempi di rapide evoluzioni e crisi, continua ad adempiere in pieno e con eccellenti risultati al suo mandato “Preparo alla vita e alle armi”:

Trentasei anni, diplomato presso l’Harvard Business School di Boston, doppia laurea in ingegneria al Politecnico di Torino e all’Ecole Centrale di Lione, studi alla London School of Economics e maturità scientifica conseguita presso la Scuola Militare Nunziatella.

Nel 2004, ha cominciato la sua carriera professionale in finanza dapprima a Parigi e dopo cinque anni si è trasferito a Ginevra per occupare la posizione di direttore degli investimenti europei di un gruppo d’investimento. Nell’ottobre 2015 fonda a Ginevra la sua società d’investimento e recentemente si è trasferito a Londra per assistere un primario fondo d’investimento europeo. E’ stato consigliere di amministrazione di diverse aziende europee e membro del comitato consultivo di fondi di private equity in Europa.

IMG_0974

 

Sono davvero onorato e orgoglioso, soprattutto da cittadino non britannico, di essere stato insignito del titolo di “Uomo Libero della Città di Londra”. Riconoscimento che rappresenta per me una pietra miliare del forte legame personale e professionale che ho sempre avuto con questa città fin dalla mia giovinezza e vita da studente e dove ho deciso di trasferirmi un paio di mesi fa.” Ha dichiarato il nostro manager.

 

IMG_1840

Raffaele ha poi aggiunto: “La Nunziatella sicuramente ha avuto un ruolo essenziale nella mia formazione. Lì ci sono stati inculcati valori forti di onestà, sacrificio, fratellanza e appartenenza che purtroppo sono molto rari da ritrovare nella società moderna una volta usciti dal Rosso Maniero.

Per non dimenticare le capacità di leadership che si esercitano durante i tre anni. Resta forte il ricordo di quando due anni fa, mentre studiavo alla Harvard Business School, la storia di un nostro “squaglio” fu selezionata come esempio di leadership e mi fu chiesto di raccontarla davanti a tutto il corso.

Educato al motto di “Essere più che Sembrare”, sono dell’idea che riconoscimenti e titoli non fanno la persona, mentre i valori e la responsabilità sì! E sono sicuro che nella nostra famiglia ci sono tanti ex che seguendo quotidianamente questo motto danno molto più valore alla nostra amata Scuola.”

Nunziatella e Eton: gemellaggio di giganti

Nunziatella e Eton: gemellaggio di giganti

La più antica Scuola Militare italiana e la componente militare del college inglese più noto al mondo danno il via ad un programma di scambio internazionale a favore dei propri cadetti.
Sono state giornate storiche quelle tra il 5 ed il 7 maggio 2016, in cui si è concretizzato il lungo lavoro di avvicinamento tra i due istituti di formazione.
 
La Nunziatella, fondata il 18 Novembre 1787 a Napoli, è la più antica Scuola Militare al mondo tra quelle attive senza soluzione di continuità. Durante i suoi 229 anni, ha accolto tra i suoi allievi nomi di prestigio quali il re Vittorio Emanuele III, il principe Amedeo d’Aosta, Enrico Cosenz, Carlo Pisacane, Mariano d’Ayala, Ettore Gallo, Ettore Pancini, Rolando Mosca Moschini, Arturo Parisi.
 
La Combined Cadet Force (CCF) è la componente a vocazione militare dell’Eton College, fondato nel 1440 come scuola preparatoria alle Università di Oxford e Cambridge. Eton ha prodotto ben 17 primi ministri tra i quali quello attuale, David Cameron. Tra i suoi allievi più recenti conta il principe William, erede alla corona d’Inghilterra, e suo fratello Harry.
 
L’avvio formale delle relazioni tra le due istituzioni è stato sancito dalla visita a Napoli del Tenente Colonnello Michael Wilcockson, Comandante della Eton CCF. Quest’ultimo, insieme alla moglie Alison, è stato ospite del Comandante della Nunziatella Colonnello Valentino Scotillo alla cerimonia del “Mak P 100” del 226° Corso. La visita ha avuto il suo momento culminante durante la cerimonia militare di “Consegna della Stecca”, che sancisce il passaggio di consegne tra gli allievi del terzo e del secondo anno della Nunziatella. Durante la cerimonia, il Comandante Wilcockson ha pronunciato parole di forte ammirazione nei confronti della scuola di Pizzofalcone, ponendo l’accento sulle tradizioni, radicate nei secoli, delle due Istituzioni, e sui valori comuni di Coraggio, Lealtà, Spirito di Servizio. Una curiosità: lo stemma di entrambe le scuole contiene l’immagine del giglio (“fleur-de-lys”).
 
La visita del Colonnello Wilcockson ha visto anche un incontro il Sindaco Luigi De Magistris presso il Municipio della città di Napoli.  Il Sindaco ha pronunciato parole di auspicio per il successo di questa iniziativa, osservando che essa ben si colloca nelle prospettive di sviluppo della Nunziatella in una scuola di respiro Europeo.
 
Entusiastico il supporto dell’Associazione ex-Allievi Nunziatella, guidata dal Presidente Sandro Ortis e rappresentata da un folto numero di ex-Allievi che hanno organizzato occasioni conviviali e turistiche affinché la coppia inglese potesse apprezzare al meglio le ricchezze gastronomiche e culturali partenopee.  Il Presidente Onorario Giuseppe Catenacci ha offerto numerose pubblicazioni utili a meglio comprendere lo spessore storico dei luoghi visitati.  
 
Il prossimo passo della collaborazione tra le due Scuole prevede, entro la fine di Maggio, l’invio di quattro Allievi ed un Ufficiale della Nunziatella al Collegio di Eton per una settimana intensa di attività di scambio che vedrà, tra l’altro, i giovani ospiti italiani partecipare al “Tattoo” (saggio militare) di fine corso dei cadetti inglesi di fronte a genitori e autorità britanniche.  Una prima occasione di crescita per entrambi gli istituti, che il colonnello Wilcockson ha ben esemplificato con la frase, mutuata dal motto di Eton, “Floreat Etona, floreat Nunziatella” – che Eton e la Nunziatella possano fiorire, da oggi insieme.

 

Di seguito la versione originale e tradotta del discorso pronunciato dal comandante Wilcockson nel cortile Vittorio Veneto della Nunziatella in occasione della cerimonia militare del Mak P 100 Venerdì 6 Maggio 2016:

 

(ENG)
Commandant, officers and cadets,
First may I thank you for inviting me to your parade and for your excellent drill and display of military skills. Secondly, it is my very pleasure to be here to mark the special relationship between our two great institutions. We share a great deal in common: we both have a long history; we both share the same values of committment, honour, courage and loyalty; we both aim for excellence in learning and endeavour. I would like to present you, Commandant, a small token of our new realtionship. It is our battaillon badge. On it you will see that like SMN we also have the symbol of the fleur-de-lys. Round the edge it says in Latin, “Floreat Etona” – may Eton flourish. May I also add, today, “Floreat Nunziatella”, may Nunziatella fluorish. May we both fluorish in our work and friendship together.

 

(ITA)
Comandante, ufficiali e cadetti,
vorrei in primo luogo ringraziarvi per avermi invitato alla vostra parata e per l’eccellente addestramento e dimostrazione di capacità militari.
In secondo luogo, è un grandissimo piacere per me essere qui per rimarcare la speciale relazione tra le nostre due grandi istituzioni. Abbiamo moltissimo in comune: entrambi abbiamo una lunga storia; entrambi condividiamo i valori di impegno, onore, coraggio e lealtà; entrambi tendiamo all’eccellenza nell’imparare e nell’impegnarci. Vorrei offrirle, Comandante, un piccolo segno della nostra nuova relazione. E’ lo stemma del nostro battaglione. Su di esso vedrà che, come su quello della SMN, anche noi abbiamo il simbolo del fleur-de-lys. Intorno al bordo c’è scritto in latino “Floreat Etona”- possa Eton fiorire. Vorrei aggiungere oggi “Floreat Nunziatella”, possa la Nunziatella fiorire. Che entrambi possiamo fiorire insieme, nel lavoro e in amicizia.

 

 

La canzone del Mak π

La canzone del Mak π

 

addiolirycs

 

… Se leggere queste parole aprirà la porta ai ricordi e a qualche emozione, ascoltate questo:

 

Il compositore è Neil Luckett, eccezionale maestro di chitarra classica ed elettrica, residente in Londra.

Neil

Neil ha risposto con entusiasmo alla richiesta di comporre e incidere una versione per chitarra di una delle canzoni a noi più care, e questo è lo stupendo risultato.

Da questa sera figli e nipoti avranno una ninna-nanna che farà addormentare loro e commuovere chi li mette a letto.

Per chi si vuole cimentare, qui lo spartito completo: Canto del Mak P. È un regalo della Sezione Estero a tutti gli Allievi ed ex-Allievi: ENJOY!

Un abbraccio a tutti!

Gabriele Albarosa 84-87

PS: ecco qualche performance “live” pescata da YouTube: 197, 219220, 221222, e pure un’eccentrica versione del Coro Polifonico “Salvo d’Acquisto”